L’elenco. Censura fascista, editoria e autori ebrei

Anno di pubblicazione: 1998

ISBN: 9788871580715

Prezzo: 32 Euro

L’elenco. Censura fascista, editoria e autori ebrei

Autore: Giorgio Fabre

«Per eliminare dalla circolazione gli scrittori ebrei, ebraizzanti, o comunque di tendenze decadenti, occorre impartire ai direttori di giornali e riviste, e agli editori un ordine perentorio e preciso, compilando una lista di autori da evitare». Con questa indicazione riservata, dell’aprile 1938, Mussolini e il ministero della Cultura Popolare davano avvio in Italia alla bonifica degli «scrittori ebrei», in largo anticipo rispetto alle prime vere e proprie leggi antiebraiche emanate cinque mesi dopo. Fu una vicenda censoria poco lineare, ma preparata a lungo; formulata come un’iniziativa «culturale» o «spirituale», in breve si trasformò in un’operazione puramente razzista che coinvolse editori, librai, autori. Venne messa in atto con estrema riservatezza, tanto che per ricostruirla è stato necessario consultare numerosi fondi archivistici e bibliotecari, italiani e stranieri. Al termine, ottenne risultati assai efficaci e destinati a riflettersi sulla cultura italiana del dopoguerra.

514 pp.

_______________________

Giorgio Fabre ha pubblicato studi sull’apparato repressivo fascista e sugli intellettuali negli anni Trenta e i volumi D’Annunzio esteta per l’informazione (1880-1900) (Napoli, 1981);, Roma a Mosca. Lo spionaggio fascista in Urss e il caso Guarnaschelli (Bari, 1993); Il contratto. Mussolini editore di Hitler (Bari, 2004); Mussolini razzista. Dal socialismo al fascismo: la formazione di un antisemita (Milano, 2005).