Arte

Martina Mengoni ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Collabora con il Centro internazionale di studi Primo Levi. Oltre all’opera di Levi, i suoi interessi di studio riguardano i rapporti tra antropologia e letteratura italiana del Novecento, la ricezione novecentesca di Dante. Tra le sue pubblicazioni: ‘Doktor Primo Levi’ (2014); ‘Primo Levi, autoritratti periodici’ (2015); ‘Li maggior loro. Dante a Torino tra le due guerre’ (2015); l’edizione del carteggio tra Primo Levi e Claude Lévi-Strauss (2015); ‘Primo Levi e i tedeschi’ (2017).

    Variazioni Rumkowski: Primo Levi e la zona grigia

    Autore: Martina Mengoni

    Fu una moneta in alluminio – riprodotta in copertina di questo volume – a mettere Primo Levi sulle piste di Chaim Rumkowski, autocrate del ghetto di Lódz sotto l’occupazione nazista. Nella sua ricostruzione, la parabola di questo ambiguo e paradossale «re dei Giudei» divenne l’emblema stesso della «zona grigia»: del territorio, paradossale e ambiguo a sua volta, che separa le vittime dai loro aguzzini. È il territorio alla cui scoperta ed esplorazione Levi dedica il capitolo più importante del suo ultimo libro, I sommersi e i salvati.