Arte

Alessandra Jacomuzzi si è laureata in Filosofia Teoretica presso l’Università di Torino ed è dottore di ricerca in Psicologia dei processi cognitivi. Collabora con il Labont (Laboratorio di Ontologia) dell’Università di Torino e con la «Rivista di estetica»; si occupa di percezione visiva con particolare attenzione allo sviluppo di sistemi di visione artificiale. È attualmente ricercatrice presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali del’Università Ca’ Foscari di Venezia.

    Cubo o sfera? Nuove prospettive per il quesito di Molyneux

    Autore: Alessandra Jacomuzzi

    Immaginiamo un uomo nato cieco che, diventato adulto, inizi improvvisamente a vedere. Sarà capace di distinguere un cubo da una sfera grazie soltanto allo sguardo e dunque senza l’uso del tatto? Questa domanda, nota come Quesito di Molyneux, è stata al centro di un interessante dibattito. Formulata alla fine del Seicento, ancora oggi suscita interesse.