Arte

Federico Cereja (1945-2005), si è occupato a lungo di memoria e deportazione nei Lager nazisti, diventando nel corso degli anni un esperto, riconosciuto e apprezzato conoscitore di quella tragedia nei suoi risvolti individuali oltre che collettivi.

    Memoria e deportazione

    Autore: Federico Cereja
    Curatore: Bruno Maida
    Curatore: Giovanni Carpinelli

    La città fortezza di Theresienstadt (Terezín in ceco), a pochi chilometri da Praga, divenne un ghetto-lager nazista dal 1941 al 1945. Esistette con una doppia finalità: da un lato fu istituito per rinchiudervi gli ebrei del Protettorato di Boemia e Moravia e successivamente quelli del Reich, e dall’altro fu sfruttato come strumento di propaganda da mostrare alla comunità internazionale, rappresentando positivamente la vita e le condizioni degli ebrei deportati.