Arte

Fiammetta Balestracci, dottore di ricerca in Storia contemporanea. si è specializzata in storia della Germania, occupandosi di società agraria prussiana e storia dell’editoria tedesca. Ha condotto inoltre alcuni studi sulla storia del Pci. Ha lavorato per una ricerca promossa dal Dipartimento di Storia dell’Università di Torino sulla deportazione dall’Italia nei campi di concentramento della Germania nazista. Di recente pubblicazione Militanti e vita di base del Pci: il partito delle sezioni 1945-1989, in B. Maida (a cura di), Alla ricerca della simmetria. Il Pci a Torino 1945/1991, Torino, 2004; Rastrellamenti e deportazione nell’Italia occupata 1943-1945, in Il libro dei deportati, a cura di N. Tranfaglia e B. Mantelli, vol. 5, Milano, 2011

    La Prussia tra reazione e rivoluzione 1918-1920

    Autore: Fiammetta Balestracci

    Alla fine della prima guerra mondiale nelle campagne prussiane si liberarono le tensioni, le paure e i risentimenti accumulati in quattro anni di privazioni. Un ceto contadino economicamente prostrato dalla guerra venne coinvolto in un movimento di consigli che si estese dalla Renania alla Prussia orientale e che regionalmente si definì in base ai rapporti di forza locali.